ECCO A VOI LA SPECIALE CLASSIFICA DEI CANDIDATI INCOMPATIBILI

 

 

Ma sapete chi sono i candidati incompatibili?

Sono tutti quelli che non potranno mai entrare nel Parlamento europeo ma che si candidano lo stesso. Cioè: anche se eletti non potranno occupare il ruolo di parlamentare perché hanno già un altro incarico pubblico.

Perché allora i partiti li hanno messi in lista?

Semplice: per raccattare qualche voto in più. I partiti mettono in lista nomi che non faranno mai parte del prossimo Parlamento Europeo ma che possono aiutare a guadagnare consensi.

È il caso per esempio di Matteo Salvini: già senatore e ministro ma ora anche capolista alle Europee. Ma ci sono anche Giorgia Meloni, Emma Bonino e Nicola Fratoianni, per esempio.

In merito anche l’articolo 122 della Costituzione parla chiaro: “Nessuno può appartenere contemporaneamente ad un Consiglio o a una Giunta regionale e a una delle Camere del Parlamento, a un altro Consiglio o ad altra Giunta Regionale, ovvero al Parlamento Europeo”.

Vi facciamo vedere la speciale "classifica" di chi ha messo in lista più candidati incompatibili. In totale sono 37 candidati:

al primo posto Fratelli d’Italia con 14,

poi Forza Italia con 9,

al terzo la Lega con 6,

al quarto posto il PD con 4.
 

Movimento 5 stelle 0 (zero) !