Salvinapoli

   
 

   
  "Per chi voti?".
"Salvini".
"Perché?".
"È l'unica speranza per Napoli".
"Ma non è quello che insultava i napoletani?".
"Sì".
"E come reagivi?".
"Male".
"Cosa ti dava fastidio?".
"Il razzismo".
"E adesso?".
"L'ho perdonato".
"È cambiato?"
"Sì".
"Cosa te lo fa pensare?".
"Gli piace la pastiera". M"Solo per questo?".
"Gli piace la nostra pizza".
"E poi?".
“Gli piace il babà".
"Ma a parte il cibo?".
"Gli piace il nocillo".
"Cos'è?".
“Un liquore napoletano".
“Scommetto che gli piacciono anche i vostri voti...".
“Non ho capito...".
"L'ho notato... Cosa ti piace di Salvini?".
“Il suo motto".
“Quale?".
“Prima gli italiani".
"Non insulta più i napoletani?".
“Ha smesso".
"Ora insulta gli altri". "Fa bene".
"Cos'è per te il razzismo?".
"Insultare la mia città".
“E gli altri?".
“Quelli si possono insultare".
“Perché?.
"Fanno schifo".
“Non è razzismo?".
"No. Fanno schifo veramente".
"Perché ne sei convinto?".
"Ho le prove".
“Quali prove?".
"Un filmato inequivocabile".
“Cosa si vede in quel filmato?".
"Salvini".
"Cosa dice?"
"Dice che gli altri fanno schifo".
"È una prova?".
"Certo. Quelli vogliono sostituirci".
"Come lo sai?".
"Lo dice Salvini".
"In quel filmato?".
"Esatto. E poi ci sono dei dati".
“Sempre in quel filmato?".
"Sì".
"In un altro filmato un giovane Salvini insulta la tua città".
"Aveva torto".
“Quello non è una prova?".
“No".
“E perché?".
“Perché si sbagliava".
“E adesso?".
“Ha ragione".
"Secondo te ora è sincero?".
“Senza dubbio".
“Perché?".
"Gli piace la pastiera".
“E il nocillo".
“Esatto".
“E anche i vostri voti".
"Non ti seguo".
“L'ho notato".