Virginia Raggi

 
     
 

 

 Incapace !

 

L’insulto ripetuto migliaia di volte per offendere, per colpire personalmente l’avversario.

 

Lo hanno ripetuto i politici di professione che, codardamente, di fronte ad una querela, poi usano lo scudo dell’immunità parlamentare.

 

Lo hanno urlato i Casamonica quando ha abbattuto le loro villette abusive dopo 30 anni di silenzio e collusione del vecchio sistema.

 

Lo dice normalmente chi non ha argomentazioni.

 

Al coro si è unito anche il giornale di Caltagirone: non una critica ma il solito insulto personale: fiumi di parole inutili, coperte da un titolone a effetto. Perché la cosa importante sono i titoli…

 

Proprio tre anni fa, il giornale di una parte dei romani titolò a tutta pagina su una presunta inchiesta nei confronti di Virginia Raggi a Civitavecchia.

Era il giorno del voto per le elezioni comunali: in questi giorni, i giornali festeggiano tre anni da quel titolo a orologeria.

 

La notizia era ovviamente destituita di fondamento ma non ci fu lo stesso titolo a tutta pagina per chiedere scusa ai lettori e a Virginia Raggi.

 

Le critiche sono sempre giuste e servono a migliorarsi, ma devono essere fatte in buona fede.

 

I problemi a Roma hanno radici profonde. Virginia Raggi affronta le difficoltà e prova a superarle. Il merito è non essersi mai seduta nei vecchi salotti impolverati del potere.

 

Preferisce le periferie delle persone come lei, quelle degradate e abbandonate dove l’amministrazione finora non era mai stata presente.

 

Non e’ mai scesa a patti con i potenti ma difende la sua città sempre e comunque.

 

Altro che incapace. E’ determinata.


Determinata a cambiare la sua città, a dare voce a chi non l'ha mai avuta e a lottare per chi è sempre stato abbandonato e disprezzato da quei “capaci” che hanno azzannato Roma e l'hanno messa in ginocchio.

 

Nessuno ha detto che sarebbe stato facile. Ma che avrebbe invertito la rotta. E lo sta facendo.

 

Lentamente sta abbattendo quel muro di ipocrisia che per anni ha coperto il malaffare e la corruzione della capitale d'Italia.

 

Ma perché nessuno mai ha abbattuto le villette dei Casamonica chiudendo gli occhi di fronte all’illegalità ?

Perché nessuno si è indignato quando hanno dato alle fiamme uno dei quattro impianti che gestiva il 25% dei rifiuti di Roma ?

 

Perché fino all’arrivo di questa amministrazione non è mai stato imposto un contratto a Cerroni per la raccolta dei rifiuti ?

 

Perché tutti hanno taciuto quando Atac con “parentopoli” assumeva gli “amici degli amici” indebitandosi per oltre un miliardo di euro ?

 

Perché nessuno ha mai mostrato le strade nuove che ha rifatto in questi tre anni?

 

Perché nessuno ha mai parlato della lotta agli ‘scrocconi’, quelli che occupano abusivamente e senza titolo le case popolari impedendo alle persone che ne hanno bisogno di usufruire di un proprio diritto ?

 

Perché nessuno ha mai fatto riferimento alle oltre 1.200 case popolari che questa Amministrazione ha assegnato ai più fragili ?

 

Perché nessuno ha mai voluto raccontare le centinaia di milioni di euro stanziati per le politiche sociali e per le attività rivolte alle persone con disabilità (come il trasporto a loro dedicato il cui stanziamento annuale è stato raddoppiato), cosa mai fatta prima ?

 

Perché nessuno ha mai detto qualcosa quando per decenni non è stata fatta la manutenzione alle linee della metropolitana o non sono stati acquistati gli autobus ?

 

Perché hanno aperto i campi rom e lucrato sulla pelle degli abitanti degli stessi campi e dei quartieri vicini ?   

 

Forse tutto questo faceva comodo a qualcuno.

 

Virginia Raggi si e’ opposta a questo sistema.

 

Altro che incapace. E’ determinata, ancora più determinata di prima.

 

Virginia Raggi difendera’ Roma  a spada tratta perché e’ la sua citta’.

 


 

Un commento di un cittadino romano.

 

Io sono romano e vivo a Roma e non mi capacito come possiate definire "incapace" chi in 3 anni ha stanziato ulteriori 600 milioni da investire sulla Città con la variazione di Bilancio, abbassato il debito di 200mln, rinegoziato i suoi tassi di interesse (con un risparmio di 2,5mlrd).


Pagato i debiti fuori bilancio e recuperato sprechi per 1,2miliardi - come promesso nel 2016 - e messi a bilancio.


Ha avviato gare pubbliche e non più dirette.


Ampliato il pap in 2 anni a due municipi grossi come due capoluoghi (in cui di norma ci si impiega 5 anni).

 

Ridotto le perdite idriche con la manutenzione della rete Acea.

 

Comprati nuovi autobus, rifacendo i tratti piu’ disastrati di strade (una buona raccolta su Strade Nuove Giunta Raggii).

 

Ampliato il trasporto pubblico notturno in periferia e portato, l'ultima corsa del diurno dalle 23.30 alle 2.00, fatto nuove preferenziali e nuove ciclabili e ne progettano di nuove.


Stanno progettando e finanziando tram e messo in review progetti come metro D e il prolungamento della B (non è vero che è bloccato).

 

Richiesto l'esercito per controllare i roghi tossici. Avviato la chiusura dei campi rom (2 per il momento). Iniziato a far sloggiare i furbetti dalle case popolari, chi ruba nelle partecipate, sbloccato il concorsone fermo da 10 anni, assunto vigili, salvato Atac dal fallimento finanziario con un concordato ed un nuovo piano industriale (e non ricapitalizzando come quelli che c'erano prima , senza però capire dove siano finiti soldi.

Perché è ovvio che non siano finiti in servizi gli 1.3mlrd di debito fatti da cdx e csx).
 

Stanno riqualificando tramite anche i privati delle zone di Roma (ReinventiamoRoma e CityLab), aperto ai privati alla manutenzione del verde con un nuovo piano per le sponsorizzazioni, aperto la corsia centrale della Tiburtina - chiusa da anni - concluso l'iter per la delocalizzazione delle bancarelle sparite dai marciapiedi di Tuscolana e Tiburtina e Talenti, portato la FormulaE a Roma, abbattuto le villette dei Casamonica e cacciato gli Spada dalle case popolari, censito evasori Tari nei municipi raggiunti dalla nuova raccolta differenziata, aggiornato il contratto di servizio Ama, fatto la MicCard e creato il nucleo PICS per scovare gli zozzoni, aggiudicato -pochi giorni fa- gare per la riqualificazione di parchi e ville storiche con importo pari a 12mln ed avviato il Bilancio partecipato su tutta Roma (eh sì non solo trovano i soldi, ma ci fanno anche scegliere come spenderli) e molto altro che ovviamente avrò dimenticato e non viene MAI raccontato né visto da nessuno perchè fa comodo SOLO guardare a delle difficoltà che si possono riscontrare in un sistema complesso come Roma, che ha passato quello che ha passato, o a quelle 3 cose ancora non risolte che ci portiamo dietro da decenni.


Forse bisognerebbe iniziare a guardare anche ciò che si è fatto, ed avere l'onestà intellettuale di riconoscergli questi meriti, altrimenti a parlare sempre e solo del “da farsi” è unicamente malafede.